STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
sesso il luogo consacratoDavanti allo specchio con Marcoin ufficiola storia di MeryI segreti di mia moglie 4L'amica di mia madreLa mia nuova leiLa prof di Matematica
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

barbara (1)
Barbara era l'amica della mia ragazza ed era uno schianto. Il tipo latino alla Eva Longoria, Jennifer Lopez per intenderci. Carnagione scura, culo a mandolino, bocca da pompino e sguardo incendiario da troia.
Tornavamo dalla discoteca in macchina ed io ero dietro tra lei e la mia ex.
Durante la serata aveva fatto arrapare tutto il locale e sono quasi certo che avesse fatto un pompino a un ragazzo di colre dell'animazione. Mentre la mia ex era ormai addormentata e cotta dall'alcool, Barbara si appoggiò a me mettendomi una mano tra le gambe. Rischiai e le dissi ridendo "guarda che non ce lo trovi un coso come quello di prima". "ah si?" mi disse "fa sentire" e mi accarezzò il cazzo da sopra i jeans. Era già duro dal contatto e dal suo profumo di femmina in calore. "beh, non sei poi mica messo male, poi so che lo usi divinamente.. peccato che sei il ragazzo di Letizia". Non si poteva.. ma continuava a massaggiarlo. "Tiralo fuori" sussurrai, "fallo almeno respirare". Aprì lo zip e fece uscire la cappella poi si leccò il polpastrello del pollice e lo posò sulla mia punta massaggiandola con piccoli cerchi. Usava il dito come una lingua, stavo impazzendo. "Dai" sussurrò "ora stop". Il pilota ogni tanto farfugliava qualcosa, gli altri dormivano ma potevano accorgersi di noi. "E mi lasci così?" le dissi. Mi guardò col suo sguardo da puttana e disse "se si potesse, mi piacerebbe ritrovarti così domani... ma non si può... peccato" e continuando a guardarmi negli occhi inizio a tirarmi una lentissima sega dopo aver stretto nel pugno la mia cappella. Ebbi un sussulto, capii che stavo per venire e lo capì anche lei. Si chinò e senza farsi accorgere dai nostri compagni di viaggio lo imbocco proprio mentre sburravo. Mi mordevo la lingua per non urlare! Lo bevve tutto, tutto di un fiato. Si rialzò dal mio grembo, mi guardò sorridendo dicendo "peccato che queste cose io e te non possiamo farle, nè ora nè in futuro"... (continua)

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 178): 6.43 Commenti (9)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10